This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
20
Mercoledì
20 Novembre 2019

Pensieri stellati

La mia cucina non è attaccata alle radici come tanto usa oggi. È fatta di radici. Che si muovono in un terreno fertile, irrorato di fantasia, ingegno, rispetto, cultura. Non guardo solo alla qualità, a me piace vedere cosa c’è dietro la qualità: un prodotto può essere eccellente, ma se all’origine ci sono pratiche non degne, quel prodotto non entra in cucina. Si fa un gran parlare di filiera corta, chilometri zero e rispetto dell’ambiente anche in cucina. Ma un conto è riempirsi la bocca di belle parole, un altro è soddisfare il palato altrui con scelte coerenti, senza compromessi. E qui alla Stüa de Michil lo posso fare perché è la stessa famiglia Costa a chiedermelo. Siamo in perfetta sintonia e per noi i valori sono una cosa seria con i quali dobbiamo fare i conti tutti i giorni. Qui in Casa, e a me in modo particolare, interessano i fatti, o meglio, i piatti. C’è chi viene qui solo per gustare i Canederli grigi, famosi oltre le Dolomiti. Stiamo parlando di un simbolo di territorio e tradizione. E questo mi fa un gran piacere.


Nicola, chef de La Stüa de Michil