This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
21
Martedì
21 Luglio 2020

L’influenza della montagna

Pittore, disegnatore e incisore, Bruegel il vecchio è il più grande artista della prima metà del Cinquecento nel nord Europa. La biografia è alquanto scarna, ma nel corso della sua breve vita attraversa varie fasi artistiche: la prima si fonda sulla realizzazione di opere stilisticamente molto vicine a quelle del pittore fiammingo Hieronymus Bosh, per passare poi dalla realizzazione di paesaggi fantastici a quelli reali, e ciò in virtù anche del suo viaggio in Italia. L'esperienza dell'attraversamento delle Alpi colpisce Bruegel molto più di qualsiasi opera artistica, "inghiottì tutte le montagne e le rocce e al suo ritorno le risputò fuori sulle tele e sulle tavole". Questo lo sappiamo grazie alla biografia di Karel Van Mander, sorta di Vasari fiammingo, dedicata a Bruegel. Il risultato è la serie di stampe oggi note come i Grandi paesaggi (1555-58), dodici spettacolari vedute di montagna che fanno capire quanto forte possa essere l’influenza dell’ambiente alpino sugli animi sensibili.