This is not a cliché.

Ieri
Domani
20
Giovedì,
20 Dicembre 2018

L’Murin,
l’après ski calamita

Pura attrazione. L’Murin è un vortice che cattura lo sciatore e con le sue fantomatiche pale, che nessuno ha mai visto e questa è un’altra storia, lo fa girare, prillare, danzare in un mulinello di pura energia. Vabbè, la musica è un po’ altina, come alticcio può diventare l’umore di certi novelli slalomisti, snowbordisti, telemarkisti e chi più ne ha più ne metta. Però è innegabile che L’Murin sia un vero e proprio punto d’incontro in valle, addirittura fra diverse generazioni. Ci sono i baldi giovanotti, le snowgirls, e pure i fratelli e le sorelle di Franz Klammer e Debora Compagnoni. Un variegato, eterogeneo e affollatissimo insieme di esseri umani avvolti in tute variopinte e con scarponi che ricordano quelli di Neil Armstrong. Del resto capita spesso che una volta dentro L’Murin ci si possa sentire come sulla luna.