This is not a cliché.

Aprile 2015

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Ieri
Domani
15
Mercoledì,
15 Aprile 2015

La Butëga

Di tutto e di più, trovato qui e là, con passione certosina e gusto per le piccole grandi cose.
Ecco come la nostra butëga si è trasformata nel tempo in una boutique dei desideri.

Ceramiche, lampadari, tessuti, piccoli oggetti, armadi, cassettoni, tavolini, cuscini, stoffe variopinte, cestini, profumi, candele, vetri: il negozio nasce così, come per incanto, con le cose che si accumulano quasi una sull’altra, un po’ per gioco e un po’ per necessità. Perché la Casa ha sempre bisogno di nuovi accorgimenti, di piccoli grandi oggetti di arredo e quando possiamo io e la signora Costa giriamo a cercare, rovistare, scoprire. E quante cose meravigliose trovo. E allora inizio a sistemarle qui, in questa piccola stanza che negli anni diventa la nostra butëga, una bottega dei desideri con gli ospiti che spulciano e curiosano e prendono a dire che bello e a chiedere dove si trova questo e dove si trova quello, perché non me ne cerca uno anche per me, quando torno mi piacerebbe avere quella cosa, e allora la butëga da laboratorio diventa negozio e per me è un po’ un rifugio, un riparo, un posto dove sentirmi vicino a ciò che mi piace, con tatto, sobrietà. E ce ne sono di ospiti curiosi, che quando entrano qui gli occhi iniziano a brillare di una luce intensa: quella che solo la meraviglia delle piccole cose sa accendere.