This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
29
Martedì
29 Settembre 2020

È ora di dare il giusto valore al Bel Paese (parte 4)

Olivo Barbieri, Las Vegas

Tutta questa bellezza della quale possiamo così intensamente godere, alla fine mi fa anche un po’ paura. E così finisce che Roma diventa kaputt, che chi troppo ha si atteggia arrogante, e mentre a Bruxelles ci sono le bici da usare gratis per la prima mezz’ora, nella capitale se le sono fregate tutte. E gli ospiti vanno ad Amsterdam, dove girare in bici diventa una moda. In Cina hanno ricostruito Hallstatt, a Las Vegas si va a visitare San Marco, cosa ne dite di chiedere ai giapponesi di replicare il palio di Siena a Tokyo? Potremmo invitarli così a visitare le nostre città. Ma prima dovremmo prepararci al loro arrivo, sapere chi sono, educarli a non gironzolare nelle città in ciabatte e pantaloncini corti. Niente cappuccino take-away, perché anche l’ospite va educato. Eppure non dovremmo inventarci nulla, abbiamo tutto, siamo il riassunto di oltre duemila anni di storia che meritano di essere valorizzati, essere comunicati bene e gestiti ancora meglio. È una questione di educazione e di auto-educazione alla consapevolezza della grande Bellezza, bene comune, che inizia da noi cittadini. Or su dunque, rimbocchiamoci le maniche e doniamo al nostro paese l’ospitalità che si merita:

“Benvenuti in Italia, benvenuti nel Bel Paese!”

Michil Costa (riflessioni basate su Rifondare l’Italia sulla bellezza di Emilio Casalini)