This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
07
Sabato
07 Novembre 2020

Eugenio, amico del vino e amico di Casa

Si definisce vignaiolo artigiano. Non possiede le vigne, le affitta e le cura. Il suo primo vino, frutto di uve coltivate con riguardo e dedizione, nasce nel 1997 e lo battezza Esegesi. Un nome che Eugenio Rosi estrae dal suo cilindro di contadino del vino. Si tratta di un rosso ottenuto da uve Cabernet e Merlot e che si fa subito interprete della Vallagarina in Trentino.

Eugenio non ama l’agricoltura industriale e i suoi sono vini equilibrati che cercano di rispettare e dare voce all’unica cosa originale nel vino che è la sua provenienza, il territorio.

In tutto Eugenio produce sei vini riposati, rilassati e squisiti imbottigliati in sei bottiglie diverse: Anisos (Nosiola, Chardonnay), Poiema (Marzemino), Cabernet Franc, Doron (Marzemino dolce), Riflesso Rosi (Rosato) e l’Esegesi di cui abbiamo parlato. È la moglie Tamara a disegnare personalmente le etichette. Giulan Eugenio e Tamara.