This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
08
Domenica
08 Novembre 2020

Cosa c’è da vedere

Viaggiare. Anche con la mente. In questi tempi difficili e fragili una delle cose che più può aiutare è immaginare di essere di fronte a ritratti, installazioni, ampie superfici immerse nel colore. Ed è così che ci ritroviamo all’Hangar Bicocca di Milano, e basterebbe accostarsi ai Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer per ascendere al divino, almeno per un breve tratto. Ma fino al 21 febbraio 2021 questo bellissimo spazio ospita le installazioni di Chen Zhen, l’artista di Shanghai scomparso vent’anni fa che rivendicava il diritto alla diaspora e alla contaminazione culturale in quella Cina chiusa al suo interno e pronta ad aprirsi all’esterno solo per diffondere tonnellate su tonnellate di merci nel mercato globale. Ed eccoci, con mossa felina, a Padova, davanti a van Gogh. Siamo al Centro San Gaetano per ammirare la mostra I colori della vita, aperta fino all’11 aprile 2021. Si tratta della più grande esposizione italiana dedicata all’artista olandese, 83 opere, che si apre con tre grandi tele di Francis Bacon, una concessa dalla Tate, che strizzano lo stomaco. Grazie a una nuvola di passaggio, ci troviamo adesso in un ex edificio industriale a Napoli, con vista spettacolare sul Vesuvio e sulla città, trasformato in Museo, Archivio, Laboratorio per le arti contemporanee che ospita un nuovo nucleo di opere del Maestro dell’Azionismo viennese Hermann Nitsch. Qui, tra grandi tele che costituiscono una palpitante cosmogonia cromatica, recipienti sparsi sul pavimento colmi di residui pittorici e fiori freschi e inesauribili schizzi, farsi travolgere da un dirompente flusso di energia è il minimo che possa accadere. E prima di tornare a Casa ci fermiamo a Venezia, Punta della Dogana: la mostra Untitled (fino al 13 dicembre) vale la pena di essere vista anche solo per i sette minuti di video in cui Arthur Jafa, artista americano del Mississippi, scandisce il suo messaggio sui diritti civili attraverso la storia recente da Malcom X a Drake fino a Beyoncé. Ed è così che per l’ennesima volta ci rendiamo conto di quanto l’arte sia un autentico toccasana, benefico rimedio ai mali del mondo.

Chen Zhe, The voice of Migrators