This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
15
Domenica
15 Marzo 2020

Se viviamo bene insieme quest’ora, saremo capaci di vivere meglio domani

Sono giorni difficili questi. Ci siamo svegliati in ‘zona protetta’ e non ci sentiamo affatto protetti. Non si fa altro che parlare di ciò che ci sta capitando senza avere chiaro cosa realmente ci sta capitando. Non siamo di fronte a un potere terrorista distruttivo, ma a un virus che, all’opposto delle organizzazioni terroriste, non è guidato da un capo e non ha uno scopo consapevole. Improvviso, il virus si è insinuato fra noi, nel nostro vivere quotidiano, e per contenerlo e dunque sconfiggerlo dobbiamo imparare a comportarci diversamente. Non solo rinunciare a qualcosa, ma pensare in modo virtuoso alla rinuncia come occasione per ripensarci, riprogrammarci e forse anche ritrovarci. E le parole di Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose in Piemonte, ci possono se non proprio aiutare, dare un minimo conforto.

“Questa è un’ora di crisi, cioè un’occasione per operare un giudizio e una scelta. Non mi sento di affermare che questa crisi è un’opportunità che ci renderà più solidali, perché ciò che si soffre non accresce automaticamente l’amore e la bontà, ma mi sento di rinnovare la speranza: se viviamo bene insieme quest’ora, saremo capaci di vivere meglio domani.”