This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
19
Giovedì
19 Marzo 2020

Il poeta dei bambini, dedicato ai papà

Roger McGough è uno dei poeti più amati e apprezzati d'Inghilterra. Da più di cinquanta anni gioca letteralmente con le parole, e non accenna a smettere, divertendo bambini e adulti con stupefacente semplicità. Nato nel 1937 in quella Liverpool che diventerà esplosiva grazie ai Beatles, al fianco dei quali ha condiviso una parte importante della sua carriera, ha scritto di recente una poesia come antidoto all’invecchiamento. Ne riportiamo una parte che dedichiamo ai papà, perché non dimentichino che sono stati bambini, anche se molto tempo fa.

The Cure for Ageing
Time flies they say, but it’s us that fly
Time sits on its hands as we rush by.
And life has a way of gathering speed
So seize the day, we’re a special breed.
For in the stifled yawn of a brain
The slip of a cell
The dim of an eye
The fluff of a heartbeat
You are old.
Welcome to the fold.
Il tempo vola, dicono, ma siamo noi che voliamo
Il tempo sta seduto sulle mani, mentre corriamo.
La vita sa come prender velocità.
E allora, cattura l’attimo: siamo una specie di rara qualità.
Perché in uno sbadiglio soffocato del cervello
In uno sbattere di ruga
Nello spegnersi di un occhio
In uno sbuffo del cuore
Sei vecchio.
E così sia.
Benvenuto nella compagnia.