This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
22
Venerdì
22 Marzo 2019

Lo sceriffo di Casa

Ma dai, non penso di avere l’aria da sceriffo con tanto di stella sul petto e speroni agli stivali. Eppure qui in Casa mi chiamano così solo perché sono attenta a quello che accade nella vita di tutti i giorni. E forse, ho questo sospetto, mi prendono un po’ in giro. Però il mio lavoro è occuparmi del benessere dei collaboratori della Casa e so di essere un punto di riferimento per qualsiasi problema, piccolo o grande che sia. Perché d’inverno siamo più di un centinaio sparsi fra la Casa, il Murin e il Ladinia e come si può immaginare nel quotidiano non sempre sono tutte rose e fiori. Anche il parcheggio o l’armadietto possono diventare degli scogli insormontabili. Per non parlare dei difficili rapporti personali che possono nascere fra i collaboratori. Però non ci sono solo le tensioni che un lavoro difficile come il nostro genera. Ci sono i corsi che organizziamo durante la stagione e di cui mi occupo personalmente che sono fonte di grande soddisfazione. Dai corsi di lingue a quello di barman, il passare qualche ora insieme fa davvero bene. Si cresce, ci si conosce, s’imparano cose utili dal punto di vista professionale e migliorano certo le relazioni fra noi. Alla fine dei corsi c’è pure l’attestato di partecipazione: come dire, facciamo le cose sul serio.
Quando posso vado a sciare e d’estate inseguo le vie ferrate. E la musica è sempre con me. Se poi qualcuno vuole chiamarmi sceriffo io rispondo che piuttosto mi sento come Calamity Jane.

Vittoria, assistente alle relazioni umane

TONIGHT:

Freezone, Pala & Dasser Trio at the Bistrot Muic Club
A celebration of sound!