This is not a cliché.

Ieri
Domani
19
Domenica,
19 Maggio 2019

La luce e il silenzio

Molti hanno già meditato sulla relazione esistente tra il gioco e il sacro. La luce delle fantasticherie, si noti, è fioca. La semioscurità delle vecchie chiese e dei vecchi film è quella dei sogni. I nostri ricordi sono immagini divine perché la memoria non è soggetta alle leggi ordinarie del tempo e dello spazio. Quello che facciamo, fantasticando, è creare divinità. Immagini circondate dall’ombra e dal silenzio. Il silenzio è la vasta chiesa cosmica in cui siamo sempre soli. Il silenzio è l’unica lingua parlata da Dio.
Charles Simic, Il cacciatore d’immagini (Adelphi)