This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
24
Mercoledì
24 Giugno 2020

Toccasana

Anche quando non ne puoi più. Anche quando sei sfinito e ti senti svuotato di ogni energia.
Anche quando conti i chilometri, i metri che mancano. Anche quando hai freddo e hai fame.
Anche quando non senti più le braccia, le gambe e i polpacci. Anche quando le mani sono intirizzite e non riescono più a stringere il manubrio e,
ancor peggio, a tirare i freni. Anche quando i piedi friggono nelle scarpette.
Anche quando i cartelli stradali sembrano i chicchi di un rosario infinito. Anche quando preghi e sai che non serve a niente.
Anche quando provi a rincuorarti dicendoti che fra un po’ è finita. Anche quando ti dai delle mete interlocutorie, anche quando vai a passo d’uomo e sembri un flagellante il mercoledì delle ceneri. Anche quando nel tuo cuore c’è solo acqua e non più sangue.
Anche quando nel respiro sembra che non ci sia ossigeno ma solo sudore e sporcizia.
Anche quando il motore è intossicato dalla fatica. Anche dopo tutto questo, andare in bici è un toccasana.