This is not a cliché.

Ieri
Domani
Ogni giorno una storia
11
Giovedì
11 Giugno 2020

Previsioni del tempo

Alfred Stieglitz, Equivalent, 1923

Un altro caro amico di Casa e di penna, Luca Mercalli, ci scrive dalle montagne piemontesi inviandoci le sue personali previsioni del tempo che volentieri condividiamo. Del resto è uno dei più importanti meteorologi e climatologi italiani, cos’altro potrebbe fare se non illuminarci con la sua scientifica saggezza? Giulan Luca.

In questo tempo sospeso c'è più tempo per pensare e per studiare, per leggere e contemplare il cielo. E c'è tempo per prevedere che mondo avremo. Vivremo su un pianeta più caldo, di questo ormai non c'è dubbio. Ma di quanto possiamo ancora deciderlo noi. La rotella del termostato terrestre è tra le nostre dita: temperatura più su di due gradi se sapremo diminuire sprechi e consumi inutili, su di cinque gradi se ci lasceremo travolgere dal sempre di più e ancora di più. E più caldo vuol dire ghiacciai che scompaiono, mari che crescono, tempeste che s'infuriano, siccità che assediano, incendi che distruggono. Migrazioni di popoli e conflitti tra fratelli. Che senso ha consumare così in fretta il nostro tempo di oggi lasciando al domani i rifiuti di questa corsa? Auspico un rallentamento, quel tanto che basta per rallegrarsi di avere ciò che conta e per poter guardare le nuvole. Nuvole sane, senza inquinanti. Nuvole come quelle che il poeta piemontese Nino Costa ha messo, com'è giusto che sia, al posto più alto nella vita di una persona:

Forse vojautre, nìvole sorele,
lo seve ‘l mè rìgret andoa ch’a l’è.
Ma ‘ntant ch’i guardo ‘l vent com’ av radun-a
e ‘l sol ch’av fa pié feu come un brazé,
sì ch’am n’an fa se j’autri a fan fortun-a,
se am passo anans e am lasso mi ‘ndaré.
Quand ch’aj rivrà l’ora pi granda: l’ùltima,
e ch’am ciamran lòn ch’i l’hai fait ëd bel,
mi rispondrai ch’i l’hai guardà le nìvole:
le nìvole ch’a van… travers al cel.

(Forse voi, nuvole sorelle,
sapete il mio rimpianto dov’è.
Ma mentre guardo il vento come vi raduna
e il sole che vi fa prendere fuoco come un braciere,
cosa m’importa se gli altri fan fortuna,
se mi passano davanti e mi lasciano indietro.
Quando arriverà l’ora più grande: l’ultima,
e mi chiederanno che cosa ho fatto di bello
io risponderò che ho guardato le nuvole:
le nuvole che vanno... attraverso il cielo.)