This is not a cliché.

Ieri
Domani
04
Martedì,
04 Giugno 2019

L’arte del vedere

L’arte del vedere e l’arte della memoria spesso camminano di pari passo.
Dall’alto delle montagne questa coniugazione trova riscontri memorabili.
L’arte del vedere si coltiva con sguardo esplorativo:
la sensibilità è la materia che l’artista del vedere manipola ogni giorno.

Oggi viviamo in un enorme paradosso: la cosiddetta civiltà dell’immagine
sta causando un eccesso di visibilità, provocando un’anestesia dello sguardo
che inibisce la facoltà di percepire e vedere il mondo.

Così, salendo verso l’alto, sui sentieri che custodiscono antichissime memorie,
è più semplice avvertire nel susseguirsi delle rocce
quel senso di infinito che appartiene a tutti noi.

Se riusciamo a capire e a sentire che già in questa vita abbiamo un legame con l’infinito,
i nostri desideri e i nostri atteggiamenti mutano in meglio, senza dubbio.
E cambia in meglio anche il nostro stare insieme agli altri.