Il fascino di questo posto
non sta in quello che c'è
ma in quello che manca.

This is not a cliché.

Maggio 2014

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Ieri
Domani
14
Mercoledì,
14 Maggio 2014

Un Rifugio Ladino

Una delle case più vecchie del paese. La licenza numero uno. I legni scricchiolano e gli oggetti parlano. D’intimità, compostezza, grazia. I vetri delle finestre sono incorniciati da listelli di legno. La luce filtra con delicatezza estrema. Tutto in questa casa sembra sospeso, come se il tempo si fosse fatto limbo.
“Una delle case più vecchie del paese, la licenza numero uno e un sogno che vuole diventare realtà: restituire al Ladinia quell’aura di pura autenticità che le appartiene.”
La semplicità ha un grande pregio: rende tutto immediato, percettibile, accessibile. Più che una casa, questo è un rifugio per il corpo e per l’anima. Qui si va per sottrazione. E a mio parere, è un bell’andare. Un grande designer come Vico Magistretti sosteneva  che meno c’è e meglio è. Questo vale non solo nel design, ma più in generale, dato che viviamo in una sorta di esasperazione degli eccessi, in tutto ciò che ci circonda. Qui si può godere di stube dalle forme essenziali, di camere semplici dotate di piccoli bagni, di una carta dei vini improntata su piccole produzioni di qualità, di pochi piatti cucinati con passione, con un occhio di riguardo alle materie prime del luogo, dei sorrisi di tutti i collaboratori, giovani, ben disposti, entusiasti di partecipare al progetto “Ladinia”. Sì, perché ognuno di noi, nessuno escluso, coltiva un unico vero sogno. Restituire al Ladinia, con il nostro impegno e la nostra energia, quell’aura che le appartiene e che la rende così caratteristica, autentica e per certi aspetti speciale. 
È bello vedere che la gente del posto viene a cena da noi volentieri, come se il filo della memoria non si fosse mai spezzato. E’ bello capire che gli ospiti si trovano immediatamente a loro agio, in sintonia con lo spirito di questo luogo che racchiude in sé l’essenza della montagna e dell’ospitalità ladina. E’ bello avere alle spalle la famiglia Costa, che infonde sicurezza e tranquillità.
E’ bello vedere che questa piccola grande casa è tornata a vivere.
www.berghotelladinia.it

Nicolò Bagna