Il fascino di questo posto
non sta in quello che c'è
ma in quello che manca.

This is not a cliché.

Ottobre 2015

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Ieri
Domani
29
Giovedì,
29 Ottobre 2015

Un Pellicano fra le Dolomiti

La grande cucina di Sebastiano Lombardi vola da Porto Ercole a Corvara
Dal 10 al 19 dicembre lo chef stellato del Pellicano di Porto Ercole condividerà con noi la carta del Bistrot, nel solco dello scambio di esperienze e collaborazione nato fra le due case
Fra la nostra Casa e l’Hotel Pellicano di Porto Ercole è nata una collaborazione proficua, scaturita da una comune visione d’intenti. E che di fatto ha sancito uno scambio di idee e di opportunità non solo per le strutture stesse, quanto per la crescita professionale di noi collaboratori. Quando mi è stato chiesto di trascorrere due giorni al fianco di Sebastiano Lombardi, chef stellato del Pellicano, enclave gourmet del leggendario e omonimo hotel, ho subito colto l’opportunità. Non capita tutti i giorni di poter vivere e condividere esperienze simili. Fortuna ha voluto che ci trovassimo bene, forse perché in cucina parliamo lo stesso linguaggio, basato sul delicato equilibrio fra innovazione e tradizione. Forse perché sono in parte pugliese come lui. In ogni caso la ricerca e l’attenzione sulle materie prime è la stessa. E sulla qualità e la finezza degli accostamenti di sapori e di colori ci siamo sempre trovati d’accordo. Così quando gli è stato proposto di passare qualche giorno all’Hotel La Perla Sebastiano ha detto subito sì. Il Pellicano d’inverno è chiuso, quindi è possibile che lo scambio di esperienze fra le due strutture possa continuare e progredire concretamente. Ecco allora che dal 10 al 19 dicembre la carta del nostro Bistrot si arricchisce della sua maestria, mentre il sabato cucineremo insieme a quattro mani per la Stüa de Michil. Una bella notizia sia per i nostri ospiti, sia per coloro che vorranno cercare un angolo di Pellicano quassù in montagna. Sebastiano proporrà un suo personalissimo viaggio fra i mari e i monti della penisola ed io gli suggerirò qualche nuova parola in ladino, tanto per metterlo a suo agio. E sono convinto che dal menu verrà fuori un grammelot ladino-pugliese strepitoso, all’insegna del buon gusto, del piacere e dello stare bene a tavola.

Nicola