This is not a cliché.

Gennaio 2013

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Ieri
Domani
11
Venerdì,
11 Gennaio 2013

Quando l’emozione contagia

Sono le 20.30 e inizia il nostro giro tra i tavoli..
È la vigilia di Natale, sono le 20.30 e inizia il nostro giro tra i tavoli. Non portiamo piatti e non consigliamo vini, stavolta. Le righe che recitiamo a ogni famiglia sono dei piccoli doni, delle emozioni che condividiamo. Mi avvicino al tavolo di una famiglia seduta in una delle nostre Stuben. A bassa voce leggo a loro Weihnachten di Joseph von Eichendorf. Mentre leggo cerco gli occhi della bimba, mi guarda, quasi intimorita. Rivolgo lo sguardo velocemente verso la mamma e trovo due occhi lucidi; non riesco a guardarla negli occhi, mi emoziono. Voglio continuare, non mi posso emozionare. Scappo dallo sguardo e vado cercando il testo della poesia, e proseguo. Rialzo gli occhi verso il papà, lui fissa la moglie e i suoi occhi sono lucidi e gonfi, alla mamma scende una lacrima. Mi prende un nodo alla gola e non riesco a finire la poesia!! Eppure, dovrebbe essere così semplice. Eppure non lo è. “Felice Natale” mi riesce di dire, prima di fuggire via. Si, questo si, sono riuscito a dirlo.
mErCh