This is not a cliché.

Gennaio 2013

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Ieri
Domani
02
Mercoledì,
02 Gennaio 2013

Adrenalina pura!

È veramente emozionante sciare nelle Dolomiti. Ma lo sci che mi affascina di più è fuori dalle piste battute. E penso subito alla Val Setus, nel Gruppo del Sella direzione Val Badia, sciabile da febbraio fino a maggio inoltrato.
A vedere la partenza mi vengono i brividi, talmente ripida e stretta è questa valle.
Ci si arriva dal Sass Pordoi, si scende fino alla forcella Pordoi e, sistemate le pelli, si parte in direzione Val Mezdì. All’imbocco di quest’ultima si sale a sinistra sulla Sella del Pisciadù e da qui inizia la spettacolare discesa fino all’omonimo rifugio. Poco sopra si taglia a sinistra e con le pelli si arriva all’ imbocco della famigerata Setus. A vedere la partenza mi vengono i brividi, talmente ripida e stretta è questa valle. Ma con un’ottima neve polverosa la discesa non è così difficile come sembra. Dopo le prime curve molto strette la valle si apre e si possono far scorrere gli sci in curvoni ampi e larghi. La vista da qui è mozzafiato. Sui lati della valle si alzano impetuose pareti, un affascinate grande canyon, quasi fino in fondo. La Setus ad oggi è l'itinerario più bello e completo che io abbia mai vissuto sul Sella. C'è tutto: pellata, largo, stretto, duro, polvere e, soprattutto, l'ambiente meraviglioso.

Manuel